Comunicato stampa dell’Ordine Regionale dei Chimici Trentino Alto Adige 26 aprile 2017

OGGETTO: primo Ordine 100%PEC

In data 20 aprile 2017 l’ordine dei Chimici del Trentino Alto Adige – Sudtirol ha raggiunto il traguardo di collegarsi a tuti i propri iscritti con la posta elettronica certificata (PEC).

La PEC è uno strumento di comunicazione con la pubblica amministrazione, tra professionisti, con i cittadini, con le aziende, specificatamente italiano. Obbligo per tutti i professionisti iscritti ad un albo professionale secondo la Legge n°2 del 29/1/2009 ma la cui applicazione è stata molto lenta in tutti gli ambiti.

L’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige ha attivato sin da subito tutte le procedure per informare i propri iscritti di questo obbligo proponendolo come opportunità di miglioramento della comunicazione. In effetti in questi ultimi 8 anni le spese di cancelleria sono notevolmente diminuite anche grazie all’utilizzo della PEC al posto della costosa e lenta raccomandata.

Gli i chimici iscritti hanno collaborato prendendo lentamente confidenza con il mezzo di comunicazione diminuendo sempre più l’utilizzo di missive cartacee inviate all’istituzione ordinistica.

Il 20 aprile 2017 anche l’ultimo iscritto inadempiente, contattato personalmente, ha collaborato regolarizzando la sua posizione. Certamente il traguardo raggiunto è frutto di una costante azione di vigilanza e sensibilizzazione, prima ancora dell’azione sanzionatoria che è dovere dell’Ordine.

In Italia gli Ordini dei Chimici hanno percentuali di applicazione della legge che vanno dal 43% al 100% (solo il Trentino Alto Adige al momento) la media è il 78%, in molti hanno percentuali elevate. L’andamento nel tempo è più o meno lento su tutto il territorio nazionale ma va verso la completa copertura degli obblighi.

Non tutti sanno che attraverso il portale pubblico https://www.inipec.gov.it/cerca-pec è possibile trovare la posta elettronica certificata di qualsiasi professionista iscritto in Italia (che abbia rispettato l’obbligo di legge).

Questo risultato importante si inquadra in una importante azione di rinnovamento dell’Ordine Regionale dei Chimici del Trentino Alto Adige che attraverso il suo sito www.chimicifisicitaa.org vuole superare la logica dell’Albo professionale per arrivare ad un ALBO2.0.

Infatti nel proprio sito è in fase di test un nuovo servizio per i chimici e per i cittadini che vuole far incontrare le competenze e le esigenze.

Sul sito www.chimicifisicitaa.org ogni Chimico può, dal canto suo, pubblicare con dei TAG le proprie competenze secondo i dettami del codice deontologico, mentre ogni cittadino o azienda o pubblica amministrazione può trovare quali sono i chimici che si occupano di un determinato argomento.

In molti ignorano le competenze dei chimici ma è molto diffuso nel linguaggio comune l’utilizzo di parole come “diossine”, “inquinamento”, “etichettatura”, “sostanze nocive”, “analisi”. Lo scopo dell’ALBO2.0 è proprio far incontrare le competenze con le esigenze. L’Ordine, d’altronde è nato nel 1928 proprio per rispondere alle esigenze di specifiche competenze della cittadinanza garantendo però un livello di formazione minimo dei prestatori di quest’opera cioè laurea ed Esame di Stato.

Ora l’Ordine dei Chimici del Trentino Alto Adige oggi può garantire anche che tutti i suoi iscritti sono dotati di Posta elettronica certificata.

dr. Fabrizio Demattè chimico

delegato alla comunicazione e alla formazione

Demattè Fabrizio

About Fabrizio Demattè

Consigliere dell'Ordine Trentino Alto Adige, delegato alla comunicazione, referente per la formazione, referente per il gruppo di lavoro REACH/CLP. Sito personale chimicodematte.wordpress.com.