Chimicapisce proposta per giornalisti nell’anno della chimica 2011, conferenza stampa

Capire quali ripercussioni potrebbe avere l’incidente nucleare di Fukushima serve avere qualche nozione in più di chimica. Un concetto espresso da Fabrizio Dematte, consigliere dell’Ordine dei chimici del Trentino Alto Adige,  presentando ieri Chimicapisce, percorso formativo sulla chimica nel quotidiano, nei laboratori di chimica dell’Istituto Tecnico Industriale Buonarroti di Trento.

«La chimica viene spesso vista come un qualcosa di negativo – spiega Andreas Verde, presidente dell’Ordine – si tratta di un luogo comune da sfatare. Chimicapisce si rivolge quindi in primis ai giornalisti, come primi divulgatori».

Un’iniziativa quindi rivolta soprattutto ai 1800 pubblicisti, praticanti e professionisti dell’informazione in regione, ma aperta nei suoi appuntamenti al Museo di scienze naturali di Trento (25 marzo, 1 e 8 aprile, ore 20.30) anche ad amministratori pubblici e cittadini interessati.

Venerdì 25 marzo Carmelo Bruno si occuperà di strafalcioni di cronaca chimica, mentre Claudio Della Volpe parlerà di chimica e risorse, quale futuro per la chimica in un mondo di risorse limitate?

Il primo aprile Paolo Andreatta e Massimo Ferrari tratteranno  della chimica e l’uomo: dalla mozzarella blu all’acido che viene dal salice e cura la febbre. L’otto aprile infine Thomas  Gerola parlerà di inquinamento di aria, acqua e terra. I tre incontri verranno riproposti anche al Circolo della stampa di Bolzano il 6, 13 e 20 maggio. Informazioni ed iscrizioni sul sitohttp://chimicitrentinoaltoadige.wordpress.com.

Chimicapisce ha il patrocinio dell’Ordine dei giornalisti del Trentino Alto Adige (www.odgtaa.it), del Comune di Trento (www.comune.trento.it) , del Museo Tridentino di Scienze Naturali (www.mtsn.tn.it), della Società Chimica Italiana (www.soc.chim.it), del Consiglio Nazionale dei Chimici (www.chimici.it) , dell’Iti Buonarroti (www.ititnmb.it).

Paolo Dalvit, dirigente scolastico Iti, ha annunciato che dopo il corso di chimica dei materiali l’anno prossimo nell’istituto tecnico trentino partirà anche un percorso dedicato alle biotecnologie ambientali.

Per i 1150 alunni quindi dell’istituto di via Brigata Acqui un’occasione ulteriore per essere in linea con gli attuali sistemi produttivi.

Michele Lanzinger, direttore Mtsn, si è soffermato sull’importanza della ricerca, della partecipazione e degli aspetti educativi della scienza. Fabrizio Franchi, presidente dell’Ordine dei giornalisti, ha fatto autocritica:  «Troppo spesso banalizziamo questioni rilevanti legate alla salute. A volte portiamo confusione con i nostri messaggi, quindi percorsi come questo migliorano la qualità dell’informazione».

Demattè torna sul tema della radioattività: «c’è il rischio di avere informazioni fuorvianti».

Al mercoledì della chimica delle Iti è intervenuto il professor Luigi Cerruti, che in conferenza stampa ha parlato anche di un’iniziativa di divulgazione scientifica, il giornale Alambicco (www.alambicco.unito.it), 4mila copie. Informazioni scientifiche che quindi chimici e giornalisti hanno bisogno di scambiarsi, per offrire un migliore servizio ai lettori/spettatori/ascoltatori.

Foto e brevi video della conferenza stampa al sito http://www.4shared.com/video/uM-rIyGa/Video0045.html

http://www.4shared.com/video/onGXwqO9/Video0044.html

di mattia frizzera

Demattè Fabrizio

About Fabrizio Demattè

Consigliere dell'Ordine Trentino Alto Adige, delegato alla comunicazione, già referente per la formazione, referente per il GdL REACH/CLP. Sito personale http://chimicodematte.wordpress.com.